martedì 19 novembre 2013

Un post in tono minore...



Giornate  piene
di avvenimenti disastrosi
purtroppo.., quelle appena trascorse e anche oggi...

Eventi straordinari come il tifone nelle Filippine,
i tornado negli Stati Uniti,
adesso il ciclone o "bomba d'acqua"
così come i telegiornali l'hanno definita,
che ha colpito la Sardegna...,
eventi che hanno finalmente distolto 
per qualche attimo lo sguardo dalle
beghe della politica italiana.
(A volte però mi chiedo però se i
politici guardino i telegiornali
e i programmi che i vari 
canali ci propinano ogni giorno.)
Non voglio parlare di politica in questo post, tranquille,
nel mio post ci sono sempre le solite cose
che la creatività mi spinge a realizzare.
Solo che talvolta credo di 
passare per insensibile perché non mi associo 
a nessun evento, non parlo mai di altri
argomenti, non scrivo come la penso su questo
o su quell'altro argomento...
Non nascondo la testa sottoterra come gli struzzi,
ho le mie idee anch'io e se ne vale la pena
mi esprimo come tutti gli altri.
Oggi è stato proprio un giorno per cui valesse
la pena di dire la mia.
Sono vicina a tutte quelle persone che 
in queste ore sono in ansia per ciò
che hanno perduto, possiamo fare poco, noi
che siamo lontani è vero. 
Sembrano parole di comodo pronunciate
per pulirsi la coscienza ma mi auguro
che chi invece può farlo, e con aiuti 
concreti si metta davvero a disposizione
di quelle persone in difficoltà e
che non pensi soltanto a mostrarsi in 
TV per una vittoria elettorale, 
o un nuovo partito o per... 
una candidatura ottenuta per le primarie...






4 commenti:

  1. Mi associo... Sono d'accordo con te su tutto ciò che hai detto. Ho sentito prima una carissima amica che abita là, e la situazione è veramente catastrofica. Cosa possiamo fare da lontano ? Magari possiamo dire una preghiera, per loro e per tutte le persone che hanno perso la vita...
    con affetto, Elena

    RispondiElimina
  2. hai ragione, l'unica cosa che noi possiamo fare e aiutare e pregare per le persone che non ci sono più e per quelle che hanno perso i loro cari.....simona

    RispondiElimina
  3. Ciao Assunta hai ragione sono momenti davvero tragici anch'io non ho voglia di pubblicare "lavoretti" mi sembra un modo di portare rispetto a queste persone cosi' colpite...Un abbraccio fraterno

    RispondiElimina
  4. La penso come te,purtroppo la situazione del nostro paese è in mano a chi ci sta portando alla deriva,ma almeno in queste circostanze drammatiche dovrebbero rimboccarsi le maniche e non uscirsene come sempre con la solita visita di cortesia!
    Un pensiero a quei poveri bimbi che non ci sono più!
    Un abbraccio!
    Letizia

    RispondiElimina

La creatività è in ognuno di noi...Lascia un segno del tuo passaggio nel mio blog, io ricambierò il favore, perché la creatività ha bisogno anche di questo!!